045 8731749 info@gmonti.it

Le specie più diffuse in Italia sono la cimice verde (Nezara Viridula) e la cimice asiatica (Halyomorpha halys). Quest’ultima, originaria della Cina, si è diffusa nel nostro paese negli ultimi 10 anni.

Una delle caratteristiche principali di questi insetti è il fatto che se infastidite o schiacciate, emettono uno sgradevole odore pungente.

 

Biologia

Si tratta di insetti fitofagi, si nutrono cioè di sostanza vegetale, attaccando molte tipologie diverse di colture. Il periodo di maggiore attività va dalla primavera all’autunno, d’inverno invece cercano riparo negli anfratti in modo da superare la stagione più rigida.

Solitamente manifestano un tipico comportamento di aggregazione dovuto all’emissione di un particolare feromone che richiama altri individui della stessa specie.

Con l’aumentare delle temperature, in primavera, le cimici abbandonano i siti di svernamento per tornare nella vegetazione. Solitamente le femmine sono più grandi e riescono a superare meglio la stagione invernale, depongono le uova nella parte inferiore delle foglie degli alberi che in appena 35 giorni e numerosi stati intermedi di metamorfosi, danno origine a nuovi adulti.

 

Cimici e Uomo

Il principale problema dovuto alla presenza di cimici è solitamente legato alla stagione primaverile e autunnale. In questo periodo, infatti, si manifesta quel particolare comportamento di aggregazione descritto in precedenza. In autunno le cimici si muovono dalle aree verdi alle aree urbane in cerca di luoghi riparati e spesso più caldi che permettano il superamento dell’inverno. In primavera al contrario, escono dai luoghi di riparo per tornare in mezzo alla vegetazione.

È in questo periodo che li ritroviamo sulle finestre di case ed aziende da cui spesso accedono alle aree interne.

 

Prevenzione ed intervento

Come prima cosa possiamo provvedere a dotare le finestre di zanzariere con adeguata chiusura e fare attenzione ad eventuali fessure in modo da impedirne l’accesso.

Quando però la situazione diventa eccessiva, è necessario ricorrere a dei veri e propri trattamenti di contenimento. In questo caso è necessario l’intervento di personale specializzato e l’utilizzo di sostanze abbattenti che vanno accuratamente valutate in base al contesto.

 

Soluzioni su misura per privati e aziende:

Dopo un sopralluogo e un’analisi del sito, il nostro personale tecnico specializzato proporrà la soluzione migliore per rispondere alle vostre esigenze.