045 8731749 info@gmonti.it

Le zanzare sono insetti appartenenti all’ordine dei Ditteri, al sottordine Nematoceri e alla famiglia Culicidae. Sono insetti ematofagi, infatti le femmine si nutrono di sangue per reperire alcune proteine a loro essenziali per la produzione di uova. I maschi, e le femmine non in fase riproduttiva, si nutrono invece di nettare e sostanze zuccherini simili. Il loro ciclo vitale passa attraverso diverse fasi: uova, 4 stadi larvali, pupa e infine insetto adulto. In media, per passare da uovo ad adulto ci vogliono tra i 20 e i 30 giorni, ma le tempistiche sono fortemente influenzate da temperatura e umidità.

 

QUALI SONO LE SPECIE DI ZANZARA PRESENTI NEI NOSTRI GIARDINI?

Nel mondo si stima ci siano circa 3.500 specie, in Italia principalmente ci sono due sottofamiglie: le Anopheliane con il solo genere Anopheles e le Culicinae. Tra queste la zanzara tigre (Aedes) prevalentemente punge di giorno, la zanzara comune (Culex) alla sera.

Non hanno un vero e proprio bersaglio preferito ma i bambini sono sicuramente molto soggetti alle loro punture in quanto possono passare molto tempo all’aria aperta giocando e correndo e le zanzare vengono attratte dalla loro sudorazione e dall’anidride carbonica emessa con la respirazione. Anche chi pratica lavori all’aperto può essere continuamente infastidito dalle punture di questi insetti molesti. Ci sono però sicuramente moltissimi altri fattori di cui molti soggettivi, alcune persone attirano più di altre e sembra che ciò dipenda da questioni metaboliche ed ormonali che sono diverse da persona a persona.

Nelle ore serali un’altra fonte di attrazione sono le luci che le attirano vicino le abitazioni o nei gazebi.

PERCHE’ FARE ATTENZIONE?

Le zanzare, oltre al fastidio della puntura che può compromettere una bella giornata di giochi o delle belle serate tra amici, possono essere portatrici di innumerevoli malattie. Per questo motivo si hanno una notevole importanza sanitaria. Nell’immaginario comune pensiamo alla malaria nei paesi in via di sviluppo, ma non tutti sanno che ci sono molte altre malattia trasmesse dalla zanzara anche qui in Italia.

La zanzara tigre per esempio può trasmettere diversi agenti patogeni agli uomini ed agli animali:

  • DENGUE
  • CHIKUNGUNYA
  • FEBBRE GIALLA FILARIOSI
  • ENCEFALITE EQUINA ORIENTALE

COSA POSSIAMO FARE?

La prima cosa da fare è sicuramente avere delle buone abitudini domestiche evitando il più possibile zone di ristagni d’acqua.

A volte, a causa del contesto abitativo questi accorgimenti non bastano ed è necessario ricorrere a trattamenti specifici che devono comunque essere adeguatamente valutati. Un piano di lotta integrata deve tenere in considerazione diversi fattori e minimizzare i rischi per l’ambiente, rispetto per gli insetti utili come le api, sicurezza per i mammiferi e per eventuali corsi d’acqua nelle vicinanze.

 

Soluzioni su misura per privati e aziende:

I nostri servizi sono adatti alle esigenze di ciascun cliente. Dopo un sopralluogo, un’analisi del sito il nostro personale tecnico specializzato proporrà la soluzione migliore.